Odontoiatria Conservativa

ODONTOIATRIA RESTAURATIVA O CONSERVATIVA

Prevenzione e terapia delle lesioni, sia congenite che acquisite, dei tessuti duri dei denti

La carie dentale si può in larga parte prevenire; i programmi di prevenzione devono, quindi, precedere, accompagnare e seguire il trattamento conservativo.

Carie

Demineralizzazione dei tessuti duri del dente ad opera di acidi ed enzimi prodotti dal metabolismo di batteri

Traumi ai tessuti duri

Perdita di sostanza coronale di origine traumatica

Erosioni ed Abrasioni

Perdite di sostanza di origine chimica o meccanica

Malformazioni coronali congenite

Alterazioni congenite della formazione di smalto e dentina

Obiettivi dell'Odontoiatria Conservativa

  • Eliminazione dei fattori causali della malattia;
  • Motivazione del paziente ad un ottimale controllo della placca batterica ed a seguire una corretta alimentazione
  • Intercettazione ed arresto, se possibile, delle lesioni decalcificanti iniziali mediante terapie non invasive e di rimineralizzazione
  • Prevenzione delle lesioni cariose mediante misure non invasive (sigillatura dei solchi)
  • Terapia convenzionale delle lesioni dei tessuti duri per il mantenimento della vitalità pulpare e la prevenzione di futuri danni ai tessuti calcificati
  • Restituzione di forma e funzione dei singoli denti
  • Integrazione estetica del restauro alla normale distanza di conversazione

Il trattamento restaurativo deve essere inserito in tempi corretti nell’ambito di un piano di lavoro che individui e colleghi tra loro i problemi del paziente: non deve essere unicamente focalizzato alla terapia delle lesioni cariose e deve prevedere: